X

Abitare la Casa con i Tappeti

Morandi tappeti
AUTORE:
DATA: 31 ottobre, 2016
COMMENTI: 2

La Casa con i Tappeti

dal 1 ottobre 2015 al 30 novembre 2015 a Crema.

Abitare la Casa IV Edizione

Morandi Tappeti Partecipa alla quarta edizione della ormai popolare manifestazione di:

Ambientazione, tappeti, arredo, accessori, antiquariato.

  • Dal 1 ottobre 2015 al 30 novembre 2015
  • Luogo di svolgimento: Sala Agello Museo Civico Piazza Terni de Gregory, 5 – Crema.
  • Categoria: Mostra arredo
  • Recapito degli organizzatori:
  • Pro Loco Crema 0373/81020
  • e-mail: info@prolococrema.it
  • sito web evento: www.cremaabitarelacasamyhome.it

Tappeto Bhadohi:

Tappeto Bhadohi

Sala Agello Piazza Terni de Gregory Crema.

Tappeti Tibet:

Tibet

Organizzata dalla Pro Loco in collaborazione con il Comune, Banca Mediolanum e gli espositori. Tema di quest’anno: il tappeto. Attenzione dunque per gli interni ma anche per i sempre più ricercati esterni… La mostra si terrà nelle sale Agello del Museo civico.

Tappeti contemporaneo Tibet:

Tappeto contemporaneo Tibet

Tappeto Tibet

 

Tappeti Moderni e Contemporanei

I tappeti moderni di Morandi Tappeti, contemporanei e attuali, sono annodati a mano, provengono dai paesi del medio e lontano oriente e sono l’evoluzione in chiave odierna dei tappeti orientali, interpretano la modernità nel rigoroso rispetto delle antiche tradizioni. Comprendono i tappeti di famosi designer quali Jan Kath e Yurghen Dahlmanns, scaturiscono dalla fantasia di artisti internazionali come Marco Nereo Rotelli, e Daniela Marchetti, dall’estro di stilisti del tappeto come Chuk Palù; sono inseriti nelle collezioni Himalayan, Annapurna, Samsung e River. Nella collezione Tibet sono annodati con pregiati materiali quali la lana degli Yak, la seta e la canapa mentre i nuovissimi disegni Damasco ricchi ed eleganti impreziosiscono i tappeti Bhadohi.

tappeti collezione bhadohi

Si dividono in tappeti persiani moderni, pachistani con il nodo persiano ed il disegno moderno, tappeti afgani moderni, tappeti indiani attuali, tappeti uzbechi e tajiki di oggi elencati per collezioni in base al design. Sono adatti a diversi tipi di arredo, dal design all’antico. Sono tappeti per soggiorni, salotti, openspace o loft, da collocare nella zona dei divani, sotto un tavolo, davanti ad una libreria.

Sono tappeti moderni adatti a camere e camerette o anche per bagni e cucine. Sono adatti anche alle mansarde e sono perfetti per studi professionali, per stanze studio. I tappeti di Morandi rappresentano il gusto italiano per il tappeto persiano. Nella categoria tappeti moderni e soprattutto contemporanei inseriamo: proposte di designer, di artisti contemporanei e di moderni “ustad”, maestri nella tecnica dell’annodatura manuale del tappeto.

Tappeto Bhadohi contemporaneo

Tappeto Bhadohi contemporaneo

In questa Collezione Bhadohi abbiamo selezionato le migliori lane per far realizzare questa nuova collezione dai colori morbidi e dai ramages che riprendono i disegni dei broccati di Damasco. I tappeti di Bhadohi sono di ottima qualità riescono a coniugare bellezza e prezzo; hanno un’anima complessa ed una spiccata personalità; il nodo è di tipo persiano ed il vello è rasato basso, le parti in seta sono giocate in modo discreto e si fanno notare per l’eleganza.

Abitare la casa con i tappeti.

Tibet:

Tibet

Frutto di una rigorosissima selezione dei disegni, i tappeti Tibet sono annodati con lane pregiate, seta e canapa. L’annodatura è sempre tra le più fini .Talvolta viene utilizzato il nodo tibetano di 150 nodi per inch oppure il tradizionale nodo persiano di densità non inferiore ai 3500nodi al dmq.

CONDIVIDI
2 Commenti
  • ElisabettaT ha detto:

    Molto belli questi stili d’arredamento con aggiunta di tappeti, peccato non abbia questo genere in casa mia..
    mi rimane comunque una domanda: con un tipo di arredo antico, qual’è il tappeto più indicato?

    • admin ha detto:

      Sig.ra Elisabetta,
      Con un arredamente antico sarebbe bello poter abbinare un tappeto annodato nella stessa epoca. Questo purtroppo è possibile solo per ambienti della fine xix o primi del xx secolo. Itappeti purtroppo per loro natura non si conservano in modo fruibile per più di 150/200 anni, quindi risulta quasi imposssibile arredare con tappeti coevi gli ambienti del ‘500 ‘600 ‘700.Arredamento antico '500 '600 '700 I tappeti di queste epoche sono conservati nei musei e sicuramente il loro stato di conservazione non permette di poterli calpestare.
      Fatte queste dovute premesse si possono però fare abbinamenti di stile o comunque che seguano una coerente logica di arredo. Mi riprometto di dedicare a questo argomento un post su questo blog.

Lascia un commento