codice: 3187
tipologia: tappeti caucasici
collezione: Tappeti caucasici antichi: Karabagh
provenienza: caucaso
dimensioni: 116 x 146 cm
colore: Blu    Rosso   
caratteristiche: geometrico

€1.500 iva inclusa

Ogni tappeto del nostro sito è un pezzo unico.
Il tappeto si trova nel punto vendita di Castelvetro
Tappeto caucasico che esce dai soliti schemi divenendo di difficile interpretazione; probabilmente l'annodatore risentiva di influenze etnico-culturali differenti. In questo tappeto troviamo motivi tribali Avar insieme al classico gul del Kazak Bordjalou. Lo abbiamo classificato come proveniente dal Caucaso meridionale per i materiali usati.
Approfondimenti »
categoria: tappeti caucasici
I tappeti caucasici sono annodati nella regione omonima che si trova tra il Mar Nero ed il Mar Caspio; attualmente comprende l'Azerbaidjan, la Georgia, l'Armenia, il Nagorno Karabagh, la Abcazia, l'Ossezia del sud, la Cecenia e l'Ingusezia. I tappeti caucasici annodati in quest'area sono generalmente geometrici ed hanno il nodo Ghiordes detto nodo simmetrico. I più apprezzati dai collezionisti sono i tappeti antichi per la grande forza espressiva del disegno geometrico. Annodati su telaio orizzontale da popolazioni nomadi, quasi sempre hanno la trama e l'ordito in lana. I tappeti caucasici sono tra i più ricercati dai collezionisti affascinati dai disegni geometrici stilizzazioni di motivi zoomorfi e dai simboli totemici, mistici. Motivi ad aquile, uccelli mitici, pavoni, ornamenti ad esse o enigmatici Boteh, sono oggetto di studio e fonte di sempre nuove ed affascinanti scoperte.

collezione: Tappeti caucasici antichi: Karabagh
Caucaso meridionaleAnnodati tra la fine del XIX e l’inizio del XX secolo i Karabagh hanno risentito più di ogni altro tappeto caucasico dell’influenza occidentale. Karabagh a motivo Ciondoresk o Celaberd, Kasim Ushag e Goradis. Inoltre: Karabagh a gol e gol con animali, Karabagh a preghiera, Karabagh a boteh, Karabagh ad herati e Karabagh a disegni modulari, Karabagh ad uccelli, Sciuscia ed altri tappeti dal disegno di ispirazione occidentale. Durante la dominazione persiana del Caucaso, sotto il regno dello Scià Abbas il Grande in questa zona si narra che vi fosse insediata una manifattura di corte, ciò presuppone l'esistenza di laboratori altamente specializzati nella tintura delle lane e che questa maestria si sia tramandata fino alla fine del secolo XIX. Nei tappeti caucasici antichi Karabagh che noi prendiamo in considerazione (1890/1918) dei motivi del cinque-seicento non ne rimane quasi mai traccia, notevole invece l'influenza della presenza dei francesi nel Settecento. Il motivo della rosa francese (gul faranghe) lo possiamo trovare frequentemente.

COMMENTI al tappeto KAZAK

Non ci sono commenti per questo tappeto. Scrivi tu il primo!