X

Tappeti Grandi o Piccoli? Come Scegliere la Dimensione del Tappeto

AUTORE:
DATA: 3 luglio, 2016
COMMENTI: 4

Leggendo alcuni blog specializzati ho trovato  alcune affermazioni che mi permetto di commentare; di seguito La mia opinione sarà quella espressa nel colore blu mentre in nero riporto in modo sintetico scritti ed opinioni non mie.

la posizione e la dimensione del tappeto dipendono generalmente da due elementi:

“la grandezza dell’ambiente che intendiamo arredare e lo stile/disposizione dei mobili presenti in quella stanza. La prima cosa da tenere presente quindi, prima di acquistare un tappeto, è misurare bene l’area della stanza in cui si intende sistemarlo e l’area che si vuole coprire con il tappeto. Questa semplice operazione vi aiuterà a capire quali dovranno essere le misure giuste del tappeto che state per scegliere.”

Negli ambienti attuali sempre più spesso l’area adibita a salotto o area di conversazione, per intenderci la zona dei divani in genere con televisore, e la zona pranzo con tavolo e sedie, si trovano nella stessa stanza; va da sé che in questo caso il tappeto può svolgere anche la funzione di creare due ambienti separati delimitandone gli spazi.

 

Tappeti Grandi Moderni

 Salotto

Per quanto riguarda i tappeti per il salotto, molti arrivano alla conclusione che:

“la dimensione del tappeto che avete intenzione di posizionare nel salotto è di assoluta importanza per creare un effetto visivo complessivamente gradevole della stanza principale della casa. Le possibilità di scelta per quanto riguarda le dimensioni sono 3:

Una possibilità consiste nello scegliere un tappeto grande quasi quanto la stanza e che abbia le stesse proporzioni su cui posizionare tutti i mobili: questa sistemazione funziona particolarmente bene con le stanze molto grandi;

Un’altra ipotesi è scegliere un tappeto che sia abbastanza grande da delineare l’area del soggiorno dove si trova il divano ed eventuali poltrone. In questo caso potete decidere se tutti i piedini del divano o solo quelli anteriori saranno sistemati sul tappeto;

Per il salotto è meglio evitare i tappeti piccoli: farebbero sembrare tutto l’arredamento della stanza sproporzionato.”

Nel primo caso, che fortunatamente si presenta di rado, il grande tappeto è meglio che sia di colore chiaro con disegni ampi in modo da alleggerire un ambiente che potrebbe sembrare sovraccarico.

Nel caso in cui si possa scegliere la dimensione per la zona soggiorno con le poltrone, io farei più caso alla proporzione tra le dimensioni del divano e quelle del tappeto. Infine mi pare ovvio che i tappeti piccoli servano di contorno per impreziosire un angolo o una zona di passaggio, non certo come elemento centrale dell’arredamento.

Tappeto grande

Sala da pranzo

Per quanto riguarda la sala da pranzo o l’area del soggiorno in cui avete il tavolo da pranzo, parlandone con esperti di architettura e design, molti pensano che la regola sia una sola:

“il tappeto dovrebbe essere centrato sotto il tavolo ed  essere abbastanza grande da poter ospitare le sedie, anche quando le si sposta indietro per accomodarsi.”

Sì! Anche se negli ambienti moderni minimalisti o giocati in grandi spazi oggi si preferisce fare a meno del tappeto sotto il tavolo per poterlo posizionare come elemento decorativo a fianco ad esso o appeso ad una grande parete.

Cucina

“Per la zona cucina,  in molti scelgono un tappeto piccolo e rettangolare da posizionare di fronte ai lavelli e/o all’isola. Se avete a disposizione uno spazio ampio, non focalizzatevi solo sui tappeti piccoli per la cucina, ma valutate l’opzione di un tappeto più grande o uno stretto e lungo: il risultato sarà una cucina dallo stile più moderno e sofisticato.”

Tappeti grandi

In questo caso l’elemento da tenere in considerazione è la praticità. Quindi la scelta dovrà ricadere su un pezzo robusto, resistente a vari lavaggi e preferibilmente poco sporchevole, con tanti colori e disegni che possano confondere le inevitabili macchie che fatalmente si verranno a creare.

tappeto anatolici antichi

Camera da letto

Anche in camera da letto, come in salotto, la scelta dei tappeti può essere molteplice.

“In camera da letto l’ideale è sistemare un tappeto molto grande proprio sotto il letto. Bisogna fare attenzione che il tappeto in questione fuoriesca di almeno 30 cm dai entrambi i lati del letto. Se fosse più piccolo rimarrebbe completamente nascosto dal letto stesso e non si potrebbe neanche usare come scendiletto.

Un’altra opzione è scegliere di posizionare un tappeto ai piedi del letto più largo del letto stesso, per una buona resa estetica.

La terza opzione sono i fantastici scendiletto, uno per lato, che vi permetteranno di partire con il piede giusto ad ogni risveglio.”

Anche se le soluzioni di arredo sono tante, per la camera poche saranno quelle corrette.

Il tappeto molto grande posizionato sotto il letto è una soluzione di grande impatto decorativo e si presta  benissimo per un servizio fotografico in quanto il grandangolo riesce a far risaltare sia il tappeto che si apre sotto i vostri piedi sia il letto. Nella realtà poche sono le situazioni che si prestano a questo tipo di soluzione in quanto è assolutamente necessario che la stanza, il letto ed il tappeto siano tutti molto grandi, in spazi ridotti l’effetto non è mai come quello della rivista dalla quale si è presa ispirazione.

Tappeti Moderni di Grandi Dimensioni: Come Collocarli e Pulirli

I tappeti moderni grandi come abbiamo visto possono essere difficili da collocare all’interno degli spazi della casa, ma il tappeto giusto può cambiare e finalmente completare lo stile di un ampio salotto o di uno studio professionale. Le dimensioni infatti spesso contano e il loro impatto sull’ambiente non passa certo inosservato. Superfici ampie e spaziose sono l’ideale per dare risalto ad una manifattura pregiata e per assumere nuovo aspetto grazie ad un moderno tappeto grande dalle luminose lane. Date le dimensioni, questi tappeti non passano inosservati: è bene quindi ragionare prima di posizionarli al fine di sfruttare al meglio tutto il loro potenziale. Abbiamo già visto come posizionare un tappeto in salotto, in sala da pranzo, in cucina e in camera da letto. Ecco i tappeti moderni perfetti da collocare su un ampio parquet in soggiorno o in un ambiente open space, sotto il letto king size in camera da letto.

Questo è un elegante e misterioso tappeto moderno della collezione Tibet, i cui pezzi sono frutto di una scrupolosa e attenta selezione di disegni e materiali. I tappeti grandi Tibet sono finemente annodati con lane pregiate, seta e canapa, utilizzando il nodo tibetano di 150 nodi per inch oppure il tradizionale nodo persiano di densità non inferiore ai 3500 nodi al dmq. Questo esempio sembra quasi un tappeto da collezione, pur non essendo un tappeto antico. Finissimo Tibet moderno di grandi dimensioni, è un tappeto contemporaneo destrutturato giocato con lana degli Yak e seta del baco da seta. La sua particolarità sta nella decorazione, vera creazione d’artista.

A dispetto della moda del momento questo tappeto moderno Bhadohi di grandi dimensioni propone una innovazione cromatica molto particolare. Il graduale passaggio dalle tonalità del grigio chiaro ai colori bianco ed azzurro anticipa le prossime cromie delle nostre abitazioni di tendenza. Come ogni Bhadohi di Morandi Tappeti possiede forte personalità e potenzialità a diventare protagonista assoluto di una spaziosa zona living o una luminosa camera da letto.

Ulteriore magnifico esempio di tappeto grande che può essere definito un nuovo classico: è annodato in una fittezza e compattezza tipiche del passato, il disegno è anch’esso classico ma rielaborato in chiave moderna. I tappeti Peshawar sono realizzati con lane filate a mano lavate con sapone senza uso di detersivi, mordenzatura secondo le antiche tradizioni, tintura con colori vegetali, finissima annodatura tra 3500 e 5000 nodi Ghiordes ogni dmq, 20/20, ordito in fili sottili di robusto cotone ritorto. Le grandi dimensioni di questo moderno tappeto lo rendono il tappeto ideale per ampi spazi.

 

Come curare e mantenere pulito un tappeto moderno molto grande? Con i tappeti grandi ci sono anche grandi problemi come la pulizia quotidiana del tappeto. Bastano disattenzioni e sbadatezze per macchiare o rovinare tappeti a pelo lungo e a pelo corto. Le macchie più semplici vanno via utilizzando qualche semplice rimedio casalingo (un po’ di shampoo delicato o poco detersivo per piatti e acqua tiepida faranno scomparire macchie più piccole e facili da rimuovere). Spazzolare regolarmente il tappeto sarà una soluzione ottima per evitare che troppa polvere si annidi nel vello. Spazzolare il tappeto non lo rovinerà se la qualità del manufatto è alta. I tappeti annodati a mano infatti con lane selezionate e colori vegetali sono molto più robusti di quanto si pensa. A distanza di pochi anni è consigliabile inoltre rivolgersi a lavanderie specializzate nella pulizia di tappeti. Questo perché la pulizia dei tappeti moderni di grandi dimensioni può essere complessa e richiedere tecniche altrettanto complesse che non sempre possono essere attuate in casa: spesso il tappeto necessita di un lavaggio profondo.

Tappeti Piccoli

Creatività e bellezza sono le parole chiave del processo di arredamento e i tappeti moderni possono rendere più divertente la scelta grazie alla libertà di forme e colori che caratterizza le produzioni moderne. I tappeti moderni sono molto versatili e quindi adatti a diversi tipi di arredo, dal design all’antico: ci sono tappeti per soggiorni​, salotti, open space, loft, ma anche per studi professionali. E’ bene allora dedicare qualche parola anche ai tappeti piccoli: di seguito degli esempi su come inserire un tappeto piccolo nel vostro arredamento. Quando ci si riferisce a tappeti piccoli si parla di manufatti di formati particolari, quali i tappeti dal formato zaronim, cioè tappeti delle dimensioni di 90/110 e 145/170 cm.

In camera letto dei tappeti piccoli possono essere dei perfetti scendiletto. Si possono abbinare anche due o tre tappeti piccoli quadrati o rettangolari da collocare ai lati del letto e di fronte al letto. Il trittico di tappeti in camera da letto non si usa più come in passato, ma dei bei tappeti a mano non solo migliorano l’estetica dell’ambiente​, ma sono senza dubbio pratici e funzionali.

Proprio come questo tappeto Himalayan di provenienza indiana, di una bellezza straordinaria. La collezione Himalayan raggruppa piccoli tappeti con i più bei disegni moderni floreali progettati negli ultimi dieci anni tra i tappeti annodati in India alle pendici della catena montuosa più famosa al mondo.

Grazie all’utilizzo del nodo tibetano realizzato con piccole cannette di bamboo ed una densità di 100 nodi per sq. inch è stato possibile annodare tappeti dai complessi disegni. Un particolare effetto cromatico è dato dal mix di lana e seta.

In cucina optiamo per un tappeto piccolo a pelo corto ma abbastanza grande da contenere il tavolo da pranzo e le sedie. Il tappeto non deve necessariamente avere la stessa forma del tavolo!

Sotto un tavolo quadrato o rotondo è possibile infatti posizionare un piccolo tappeto rettangolare, purché i piedi del tavolo e delle sedie siano collocate all’interno del tappeto. I fiori con le righe fatte a pennello e i colori che si mescolano sono i protagonisti di questo originale esemplare della collezione Bhadohi che rivisita sempre in chiave contemporanea motivi di antiche tradizioni.

In bagno dei tappeti piccoli possono farci camminare tra le nuvole e ci regalano piacevoli sensazioni quando usciamo dalla doccia. I tappetini per il bagno sono infatti soffici e leggeri, disponibili in ogni forma e colore, monocromatici o più decorativi per soddisfare ogni gusto e ogni stile.

Il candido e bell’effetto decorativo di questo piccolo tappeto zaronim della collezione Himalayan è ottenuto con l’utilizzo del contrasto tra la seta e la lana. Perfetto come tappetino da bagno per la dimensione ridotta, i colori tenui e il prezzo interessante.

Infine per arredare un soggiorno piccolo o in generale uno spazio di piccole dimensioni con i tappeti è consigliabile scegliere un tappeto di dimensioni ridotte: in questo modo l’ambiente apparirà molto di più ampio. Mantenere i mobili il più vicino possibile alle pareti contribuirà a creare l’illusione di avere un ambiente un po’ più spazioso.

CONDIVIDI
4 Commenti
  • Clara ha detto:

    Sempre un piacere leggere i suoi articoli e imparare di più su un’elemento così importante con cui entro in contatto tutti i giorni tra le pareti domestiche.
    Sarei curiosa di vedere più articoli sulla pulizia del tappeto sig. Morandi, spero che in programmma ne abbia altri per il futuro!

  • MarinaP ha detto:

    Bell’articolo! A prescindere dalle dimensioni.. ci sono dei modelli di tappeti che vanno bene solo per determinate stanze? Come il soggiorno, la camera da letto o la cucina

    • admin ha detto:

      Sig. Marina,
      Quando ci si riferisce ai tappeti annodati a mano il termine modelli non è corretto.
      Nel nostro caso parliamo di qualità, provenienze, tipologia di disegno, stili e quant’altro ma il termine modelli è veramente inopportuno. Mi perdoni ma la differenza non è solo lessicale, si tratta di un concetto più profondo che riguarda l’unicità del manufatto e la sua originalità. Detto questo è molto più importante far caso allo stile dell’ambiente piuttosto che alla sua destinazione d’uso.
      Tappeti per corridoio
      tappeti per salotto

Rispondi a admin Annulla risposta