X

Non Solo Scendiletto: i Migliori Tappeti Grandi per la Camera da Letto

peshawar tappeto classico
AUTORE:
DATA: 22 giugno, 2017
COMMENTI: 7

La scelta del tappeto può essere impegnativa e molteplice. Ogni ambiente della casa infatti può essere arredato secondo gusti e preferenze diverse ma nonostante ciò vi sono delle indicazioni di base che è consigliabile seguire per integrare nel modo più piacevole possibile il nostro nuovo tappeto. Vediamo quali misure di tappeti sono ideali in camera da letto: grandi o piccoli? Scendiletto si o no?

Scopri tutte le migliori proposte di Tappeti per la Camera da Letto

Tappeto Grande o Piccolo in Camera da Letto?

Le soluzioni di arredo proposte per la camera da letto sono davvero numerose, ma non sempre corrette.

La regola generale, che val non solo per la camera da letto ma per ogni ambiente della dimora,  è quella dei 2/3: il tappeto giusto copre i 2/3 del pavimento.

Anche la componente cromatica è un elemento importante: il tappeto può essere in armonia con l’arredamento della casa, per esempio può essere dello stesso colore delle tende, oppure può creare un contrasto, magari con il pavimento. Di solito, viene consigliato di evitare tappeti chiari su pavimenti chiari, perché si corre il rischio di non fare notare la bellezza del complemento di arredo: ma, ovviamente, la decisione finale spetta a voi.

 

Il Tappeto Grande


peshawar tappeto classico

Se la camera è molto spaziosa e ampia si può sistemare un tappeto molto grande proprio sotto il letto, lasciando che questo esca dai lati. Un tappeto di grandi dimensioni posizionato sotto il letto crea un forte impatto decorativo. Perfetto se per esempio dovete organizzare un servizio fotografico: il grandangolo riprenderà il tappeto in tutta la sua grandezza e bellezza. Nella realtà poche però sono le occasioni in cui una soluzione del genere è fattibile e crea un effetto piacevole e armonioso. Questa soluzione quindi sarebbe possibilmente da scartare se la stanza è piccola: negli spazi ridotti l’effetto non sarà mai come quello della rivista dalla quale si è presa ispirazione.

Il tappeto può andare anche in fondo al letto.

 

Il Tappeto Piccolo


tappeto turco kaiseri

Un’ulteriore opzione sono i scendiletto, stuoie di piccole dimensioni da posizionare ai lati del letto. Se il tappeto è però un’opera d’arte chiamarlo semplicemente scendiletto sarebbe riduttivo. I tappetini scendiletto si utilizzano per evitare il contatto diretto con il pavimento freddo, ma sono sempre meno frequenti e stanno perdendo la loro funzione pratica. In compenso, la loro funzione estetica rimane.

Un trittico di tappeti è sconsigliato in quanto si tratta di una moda ormai superata: invece di scegliere 3 tappeti uguali della stessa misura e degli stessi colori si può creare un’ottima atmosfera con 3 piccoli tappeti diversi in armonia e abbinati tra loro (tinte, dimensioni e disegni possono variare).

Tappeti annodati a mano di questa misura nella tradizione orientale venivano destinati per pregare: aveva solitamente la forma a Mihrab (a preghiera), con lampada votiva che pendeva dal centro della volta e colonne del tempio.

 

Dove Mettere il Tappeto in Camera da Letto

Il tappeto non deve per forza essere messo solo sotto il letto (qui sta bene se c’è una certa profondità), o ai suoi piedi. Di fronte o a fianco di un armadio possiamo mettere una corsia, anche davanti al cassettone, alla cabina armadio e al disimpegno possiamo posizionare un tappeto senza timore di rompere l’armonia dell’arredamento.

In base allo stile che più piace e soprattutto a quello che già è presente in casa potete tranquillamente abbinare tappeti classici o contemporanei capaci di impreziosire gli ambienti di casa.

Avete dei dubbi? Prima di scoraggiarvi e rinunciare ad un bel tappeto perché vi sembra impossibile trovare quello giusto e per non spendere troppo in mobili costosi e nuovi, chiedete un parere ad un esperto del settore, che sicuramente vi accompagnerà nella scelta e nella disposizione del tappeto perfetto per voi e per la vostra dimora.

 

Tappeti Agra e Zigler, non Chiamateli Scendiletto

La definizione di scendiletto è di un tappetino o una stuoia che si stende accanto al letto per potervi poggiare i piedi quando ci si alza. Date le dimensioni ridotte risulta per niente ingombrante ma molto pratico, semplice e veloce da pulire. Come già è stato accennato in questo articolo, la tendenza ad utilizzare un trittico di tappeti in camera da letto non attira più arredatori o interior designer, ma si punta sempre più spesso a mettere in bella mostra tappetini diversi ma in armonia tra loro: non si tratta più di semplici scendiletto, ma di piccole opere d’arte, veri e propri tappeti annodati a mano e resi ancora più interessanti dalla loro particolare dimensione ridotta.

Da utilizzare come fondoletto consigliamo i tappeti in formato Kelley piccoli e Jastik. Kelley è il nome che si da a un particolare formato di tappeti e indica infatti quella grandezza in cui la lunghezza è particolarmente maggiore rispetto alla larghezza del tappeto. Solitamente i tappeti Kelley sono stretti e lunghi con una lunghezza di 300-400 cm e una larghezza di almeno 120 cm. I Kelley piccoli misurano circa 2 metri x 1. Una curiosità: tra i problemi legati alla produzione di manufatture attuali alcuni formati rischiano di scomparire data la loro sempre minore richiesta: tra questi proprio i tappeti in formato Kelley non vengono più annodati se non su ordinazione.

passatoia

Perfetti da usare come scendiletto, i tappeti Agra vengono denominati erroneamente Zigler o Ziegler. I tappeti Agra sono tappeti di nuova manifattura, prodotti e annodati a mano in Pakistan, che riprendono in chiave attuale disegni e motivi degli Amristar d’epoca. In generale hanno: disegno Agra o di origine persiana rielaborato ad Agra, nodo Ghiordes simmetrico, ordito semidepresso, due fili di trama in cotone, lane filate a mano e colori di origine vegetale.

 

tappeto agra

Questo tappeto della collezione Agra presenta invece un formato differente rispetto al Kelley. Tra i tappeti più piccoli, adatti ad essere utilizzati come scendiletto vi è anche il formato Jastik che invece corrisponde ai tappeti dalle seguenti misure: 80/120 – 90/145 cm.

Tornando al formato Kelley, questo splendido ed elegante Zigler scendiletto si noterà subito come se fosse una vera opera d’arte in camera da letto.

Non è solo la denominazione del formato del tappeto ad aiutarci nella ricerca del tappeto perfetto per la camera da letto, ma la collezione. I tappeti Ziger per esempio si trovano spesso di piccole dimensioni. Si tratta di tappeti versatili e molto belli, caratterizzati dalla luminosità dei colori e dalla loro innata eleganza. Attenzione però a non confondere la collezione Zigler di Morandi Tappeti (tappeti pachistani moderni) con i tappeti della storica azienda Ziegler: la prima ditta occidentale che impostò la propria produzione secondo le esigenze dei clienti europei e che commerciava tappeti alla fine del XIX secolo, troppo spesso citata per dare nome a manifatture recenti dalle svariate caratteristiche. I tappeti Zigler di Morandi Tappeti hanno nodo Ghiordes simmetrico, ordito semidepresso, due fili di trama in cotone. Queste moderne manifatture sono resistenti e durature nel tempo e i materiali utilizzati donano una caratteristica lucentezza.

CONDIVIDI
7 Commenti
  • […] tema dell’impegnativa scelta del perfetto tappeto moderno per la camera da letto è stato affrontato più volte in questo blog: ogni ambiente della casa può essere arredato […]

  • Pierluca ha detto:

    Ho una domanda.
    può essere una buona idea avere due scendiletto (ai due lati del letto matrimoniale) abbianti ad un tappeto fondoletto (sul lato corto del letto), oppure è meglio staccare è avere il tappeto fondo letto diverso (seppur dello stesso stile)?
    Grazie mille

    • admin ha detto:

      Mi scuso se rispondo quasi sempre in modo diretto evitando i dovuti saluti iniziali, ma il tempo è tiranno e preferisco entrare immediatamente in argomento.
      La disposizione classica occidentale è quella di avere i tre pezzi abbinati, purtroppo queste soluzioni si trovano quasi sempre in tappeti più commerciali. Io ritengo sia più attuale e di migliore impatto decorativo inserire meno tappeti di grande qualità.
      Quindi se la stanza è grande inserirei un solo bel tappeto grande anche mettendone parte sotto al letto se l’ambiente non ce lo consente inserirei un pezzo o ad un lato o come fondoletto.

  • GiadaFF ha detto:

    Buongiorno. L’articolo approfondisce come arredare la stanza da letto, ma per quanto riguarda il salotto? Il mio non è grande, ma neanche piccolissimo. Grazie, Giada

  • LuanaB ha detto:

    I tappeti in camera non avevo pensato che potevano essere messi.. ne preferisco uno grande sotto il letto perché mi piace che poggi sopra qualcosa di morbido, ma è meglio uno antico o moderno?

    • admin ha detto:

      Sig. Luana,
      Se ha una stanza da letto grande un tappeto che stia contemporaneamente sotto e debordi abbondantemente da entrambi i lati del letto, è un’ottima soluzione d’arredo.La scelta se acquistare un tappeto antico o moderno non dipende dallo stile della stanza in quanto potrebbe tranquillamente giocare con un contrasto tra il nuovo e l’antico o viceversa, ma dalla disponibilità finanziaria in quanto un tappeto antico se fine e ben conservato ha il difetto di costare parecchio. Diffidi di tappeti definiti antichi che costano poco.

Lascia un commento