Morandi Tappeti
Chiudi il menu
codice: 6148
tipologia: tappeti persiani
collezione: tappeti persiani vecchi
provenienza: iran
dimensioni: 95 x 305 cm
caratteristiche: geometrico

€600 iva inclusa

Il tappeto si trova nel punto vendita di Castelvetro
Approfondimenti »
categoria: tappeti persiani
Il tappeto persiano è il tappeto per antonomasia, il più conosciuto ed apprezzato tra tutti i tappeti annodati a mano.Classifichiamo i tappeti persiani in base all'epoca di annodatura: tappeti persiani antichi, vecchi, nuovi e moderni; generalmente prendono il nome dalla città od area di annodatura per cui possiamo dividerli per le zone di provenienza:[more] Azerbaijan iraniano: Tabriz, Heriz, Bakshaish, Karadjeh, Meshkin, Sarab, Ardebil.Iran Settentrionale: Teheran, Kelardasht, Semnam.Iran Occidentale: Saruk, Sultanabad, Lillian, Mahal, Mushkabad, Ferahan, Mishan, Josan, Serabend, Senneh, Bidjar, Bakhtiari, Malayer, Amadan. Questi sono ulteriormente divisi in: tappeti annodati sull'altopiano del Ferahan, tappeti Kurdi e di area kurda, tappeti di area Bakhtiari, tappeti di area HamadanIran Centrale: Kashan, Isfahan.Iran Meridionale: Kirman, Shiraz ed i tappeti annodati dalle popolazioni Kaskai, Afsciari, Kamseh.Iran Orientale e Khorassan: Meshed (Mashad), Dorosh, Birjand, MuskabadCi sono anche altri modi per classificare i tappeti persiani. In base alla popolazione che li annoda distinguiamo: i tappeti persiani curdi, quelli delle popolazioni seminomadi o ex nomadi come gli Afshari, i Khamseh, i Qashqai e i tappeti della grande famiglia Bakhtiari. Possiamo inoltre riconoscere la struttura del disegno del tappeto distinguendo: tappeti a preghiera, dove più o meno stilizzata è presente la Mihrab, tappeti ad albero della vita che rappresenta l'axis mundi, tappeti figurati, tappeti persiani a medaglione centrale o a disegno modulare infinito, i famosi tappeti persiani con il "disegno caccia" e i tappeti a disegno Moharramat.

collezione: tappeti persiani vecchi
Definiamo vecchi i tappeti annodati tra le due guerre; in genere le lane sono ancora filate a mano ed i colori risultano molto gradevoli in quanto stemperati dal tempo. In molti pezzi di villaggio troviamo ancora usati alcuni colori vegetali ma la scelta effettuata all'epoca di tingere le lane in un modo o nell'altro era di natura esclusivamente economica (si usava quello che si aveva a disposizione). Nel vecchio Iran, territorio vastissimo, ogni villaggio annodava secondo propri schemi adottando disegni e tecniche di annodatura diverse, è così possibile distinguere le manifatture di ogni singolo villaggio.[more] Ecco alcuni esempi: Meskin, Karadjeh, Heriz, Tabriz, Zandjan, Koltok (Koltuk), Mazlagan, Tafresh, Saveh, Hamadan, Lori, Luri, Bordjalou, Djosan, Malayer, Mahal, Lillian, Viss, Bakhtiari, Kashan, Hosseinabad, Aroon, Meimeh, Goravan, Najafabad, Yazd, Kirman, Afshari, Shiraz, Abadeh, Kaskai, Qashqai, Sirdjan, Mud, Beluc. Collochiamo in questo gruppo anche le primissime manifatture delle città di Kum (Goom) ed Isfahan, caratterizzate dall'estrema raffinatezza del nodo e dall'uso della seta sia nella struttura ( trama ed ordito) sia nel vello.

COMMENTI al tappeto MESHKIN

Non ci sono commenti per questo tappeto. Scrivi tu il primo!