Morandi Tappeti
Chiudi il menu
2
codice: 7174
tipologia: tappeti persiani
collezione: tappeti persiani antichi
provenienza: iran
dimensioni: 130 x 195 cm
caratteristiche: floreale

€1.000 iva inclusa

Il tappeto si trova nel punto vendita di Castelvetro
Il tappeto in oggetto, consumato nel vello fino a raggiungere la trama in vaste aree, risale alla seconda metà del XIX secolo. Questi pezzi hanno subito quasi sempre, ogni genere di angheria da parte di improvvisati restauratori che, pensando di fare bene, li hanno colorati, restaurati con lane inadatte, tagliati e cuciti nei più inappropriati modi. Sono contento di aver salvato questo bel tappe...leggi tuttoto di Afshar e di poterlo presentare nella sua integrità. Potete così ammirare uno dei più bei disegni persiani dai quali anche nei laboratori Mohtashem si è tratta ispirazione.
Il tappeto non è disponibile per l'acquisto o la prova.

Guarda altri tappeti dello stesso tipo
Approfondimenti »
categoria: tappeti persiani
Il tappeto persiano è il tappeto per antonomasia, il più conosciuto ed apprezzato tra tutti i tappeti annodati a mano.Classifichiamo i tappeti persiani in base all'epoca di annodatura: tappeti persiani antichi, vecchi, nuovi e moderni; generalmente prendono il nome dalla città od area di annodatura per cui possiamo dividerli per le zone di provenienza:[more] Azerbaijan iraniano: Tabriz, Heriz, Bakshaish, Karadjeh, Meshkin, Sarab, Ardebil.Iran Settentrionale: Teheran, Kelardasht, Semnam.Iran Occidentale: Saruk, Sultanabad, Lillian, Mahal, Mushkabad, Ferahan, Mishan, Josan, Serabend, Senneh, Bidjar, Bakhtiari, Malayer, Amadan. Questi sono ulteriormente divisi in: tappeti annodati sull'altopiano del Ferahan, tappeti Kurdi e di area kurda, tappeti di area Bakhtiari, tappeti di area HamadanIran Centrale: Kashan, Isfahan.Iran Meridionale: Kirman, Shiraz ed i tappeti annodati dalle popolazioni Kaskai, Afsciari, Kamseh.Iran Orientale e Khorassan: Meshed (Mashad), Dorosh, Birjand, MuskabadCi sono anche altri modi per classificare i tappeti persiani. In base alla popolazione che li annoda distinguiamo: i tappeti persiani curdi, quelli delle popolazioni seminomadi o ex nomadi come gli Afshari, i Khamseh, i Qashqai e i tappeti della grande famiglia Bakhtiari. Possiamo inoltre riconoscere la struttura del disegno del tappeto distinguendo: tappeti a preghiera, dove più o meno stilizzata è presente la Mihrab, tappeti ad albero della vita che rappresenta l'axis mundi, tappeti figurati, tappeti persiani a medaglione centrale o a disegno modulare infinito, i famosi tappeti persiani con il "disegno caccia" e i tappeti a disegno Moharramat.

collezione: tappeti persiani antichi
Definiamo antichi i tappeti annodati prima della guerra del 1915/18. Hanno le lane filate a mano tinte con colori vegetali, animali o minerali. In alcuni rari casi sono state usate, limitatamente ad alcuni colori, le prime tinte all'anilina. In questi pezzi risulta evidente il tentativo di impreziosire il tappeto con un colore di grande effetto; tengo a sottolineare che si tratta di rari casi, la normalità è che quando troviamo colori all'anilina sono pezzi più giovani che troviamo classificati nel gruppo dei tappeti persiani vecchi. I tappeti di Saruk, annodati con colori vegetali fino al 1930, vengono inseriti tra gli antichi.[more] In questa categoria sono compresi anche i tappeti persiani antichi di alto antiquariato, annodati nella seconda metà del XIX secolo fino al 1883, data dell'insediamento della ditta Zigler a Sultanabad. Questo è il periodo di rinascita del grande artigianato persiano caratterizzato da un'incredibile finezza dell'annodato, dall'utilizzo di lane pregiate, dal vello rasato a pochissimi millimetri dal nodo e da un'approfondito studio dei disegni. I capolavori del maestro Mothascem a Kashan, di Hajji Jalili a Tabriz, di Ahmad a Isfahan, e i Senneh sette colori, sono tra le più conosciute manifatture dell'epoca; non di minore importanza gli Heriz armeni noti come Serapi, i tappeti di Sultanabad (la moderna Arak) noti oggi con il nome di Saruk-Ferahan ed i Kirman annodati a Raver.

COMMENTI al tappeto AFSHARI

Scrivi il tuo commento »
Questo reperto ci regala la classe di un antica produzione della Persia meridionale. Ormai gli antichi, anche se in precaria condizione di conservazione come questo bellissimo esemplare, sono diventati quasi introvabili. Chi conosce la storia e le vicissitudini della produzione delle popolazioni del Fars (vedi Qashqa i, la Confederazione Kamseh, Kirman), può essere in grado di apprezzarne il va...leggi tuttolore storico e artistico. Territori desertici: alcune comunità annodavano questi manufatti dentro grotte per difendersi da temperature infernali e utilizzavano candele o lumetti a olio in assenza di altre fonti di energia. La stessa antica acqua di lavaggio non è la stessa di oggi poichè inquinata come l erba delle loro greggi. Ora siamo al lumicino : non si trova più nulla se non moderni manufatti inguardabili.
Pierluigi - 25-08-2017 | 20:47:40
Il trascorrere del tempo non ne ha alterato il fascino, anzi....
Filippo - 15-04-2017 | 13:34:53