Morandi Tappeti
Chiudi il menu
4
codice: 6631
tipologia: tappeti persiani
collezione: tappeti persiani antichi
provenienza: iran
dimensioni: 132 x 206 cm
caratteristiche: floreale

€7.500 iva inclusa

Il tappeto si trova nel punto vendita di Castelvetro
Saruk Ferrahan annodato prima del 1883 quindi tappeto di alto antiquariato del XIX secolo. Scrivo Saruk-Ferahan in quanto questa è la definizione più usata anche se più corretto sarebbe Sultanabad l'antico nome della città di Arak dove questo pezzo è stato annodato. Il tappeto completo ed originale nelle riloghe laterali, ha le testate ricostruite con un perfetto intervento di restauro assol...leggi tuttoutamente irriconoscibile ad occhio nudo; stessa cosa dicasi per altre tre zone inferiori al centimetro nel campo del tappeto. Luminosa e bellissima la bordura di color blu intenso; il perfetto stato di conservazione del vello è di 1,5 mm lungo tutta la superficie. Importante il campo del tappeto con un piccolo medaglione centrale che lascia spazio alle decorazioni arcaiche a tema vegetale.
Approfondimenti »
categoria: tappeti persiani
Il tappeto persiano è il tappeto per antonomasia, il più conosciuto ed apprezzato tra tutti i tappeti annodati a mano.Classifichiamo i tappeti persiani in base all'epoca di annodatura: tappeti persiani antichi, vecchi, nuovi e moderni; generalmente prendono il nome dalla città od area di annodatura per cui possiamo dividerli per le zone di provenienza:[more] Azerbaijan iraniano: Tabriz, Heriz, Bakshaish, Karadjeh, Meshkin, Sarab, Ardebil.Iran Settentrionale: Teheran, Kelardasht, Semnam.Iran Occidentale: Saruk, Sultanabad, Lillian, Mahal, Mushkabad, Ferahan, Mishan, Josan, Serabend, Senneh, Bidjar, Bakhtiari, Malayer, Amadan. Questi sono ulteriormente divisi in: tappeti annodati sull'altopiano del Ferahan, tappeti Kurdi e di area kurda, tappeti di area Bakhtiari, tappeti di area HamadanIran Centrale: Kashan, Isfahan.Iran Meridionale: Kirman, Shiraz ed i tappeti annodati dalle popolazioni Kaskai, Afsciari, Kamseh.Iran Orientale e Khorassan: Meshed (Mashad), Dorosh, Birjand, MuskabadCi sono anche altri modi per classificare i tappeti persiani. In base alla popolazione che li annoda distinguiamo: i tappeti persiani curdi, quelli delle popolazioni seminomadi o ex nomadi come gli Afshari, i Khamseh, i Qashqai e i tappeti della grande famiglia Bakhtiari. Possiamo inoltre riconoscere la struttura del disegno del tappeto distinguendo: tappeti a preghiera, dove più o meno stilizzata è presente la Mihrab, tappeti ad albero della vita che rappresenta l'axis mundi, tappeti figurati, tappeti persiani a medaglione centrale o a disegno modulare infinito, i famosi tappeti persiani con il "disegno caccia" e i tappeti a disegno Moharramat.

collezione: tappeti persiani antichi
Definiamo antichi i tappeti annodati prima della guerra del 1915/18. Hanno le lane filate a mano tinte con colori vegetali, animali o minerali. In alcuni rari casi sono state usate, limitatamente ad alcuni colori, le prime tinte all'anilina. In questi pezzi risulta evidente il tentativo di impreziosire il tappeto con un colore di grande effetto; tengo a sottolineare che si tratta di rari casi, la normalità è che quando troviamo colori all'anilina sono pezzi più giovani che troviamo classificati nel gruppo dei tappeti persiani vecchi. I tappeti di Saruk, annodati con colori vegetali fino al 1930, vengono inseriti tra gli antichi.[more] In questa categoria sono compresi anche i tappeti persiani antichi di alto antiquariato, annodati nella seconda metà del XIX secolo fino al 1883, data dell'insediamento della ditta Zigler a Sultanabad. Questo è il periodo di rinascita del grande artigianato persiano caratterizzato da un'incredibile finezza dell'annodato, dall'utilizzo di lane pregiate, dal vello rasato a pochissimi millimetri dal nodo e da un'approfondito studio dei disegni. I capolavori del maestro Mothascem a Kashan, di Hajji Jalili a Tabriz, di Ahmad a Isfahan, e i Senneh sette colori, sono tra le più conosciute manifatture dell'epoca; non di minore importanza gli Heriz armeni noti come Serapi, i tappeti di Sultanabad (la moderna Arak) noti oggi con il nome di Saruk-Ferahan ed i Kirman annodati a Raver.

COMMENTI al tappeto SAROUK FERAHAN

Scrivi il tuo commento »
Il Sig. Morandi non ha di certo bisogno che spezzi una lancia in Suo favore, ma tengo fermamente a sottolineare la serietà, la professionalità, correttezza ed onestà che contraddistinguono la Sua persona in primis ed il Suo lavoro. Filippo Pernigotti
Filippo - 25-05-2019 | 14:00:26
Lascio on line il suo commento, non lo tolgo in quanto ritengo la libertà di espressione fondamentale. Detto questo Mi permetto di risponderle 1) In negozio, sig. intralazzi, non mi ricordo di averla mai vista ne sentita. 2) Nessuno mai mi ha detto una cosa del genere dandomi la possibilità di rispondere davanti al tappeto in questione. 3) Trovo le sue affermazioni generiche e non riferite ad u...leggi tutton tappeto in particolare, di conseguenza la sua affermazione si configura non come commento o critica ma come semplice diffamazione! 4) Ripeto, lascio il suo commento in quanto 50 anni di attività mi hanno dato miglia di persone di parere diametralmente opposto al suo. 5) I tappeti da me trattati sono autentici, non rifatti, completamente sani nella struttura, di epoca corretta, e quando hanno qualche segno del tempo questo viene puntualmente segnalato. Se il suo animo è puro l aspetto a trovarmi di persona in modo che possa contestarmi un tappeto specifico, se per caso dovesse verificarsi anche un solo caso in cui esistesse la situazione da lei descritta sarò pronto ad ammetterlo. Un consiglio glielo voglio dare, stia attento! in questi casi il suo si configura come un reato.
Fabio Morandi - 27-02-2019 | 12:52:37
Ho visionato sul sito e qualche tempo fà in negozio alcuni tappeti antichi, in particolar modo persiani, rilevando stati di conservazione, a mio modo di vedere, carenti o comunque non in linea con il prezzo praticato (consunzione non uniforme con zone rapè rilevanti e restauri visibili a occhio nudo). In quanto collezionista da diversi anni mi permetto di esprimere un parere puramente personale...leggi tutto sulla scelta degli esemplari, che, se pur preziosi e in alcuni casi anche rari, compatibili più con delle seconde scelte e difficili da scegliere per collezionisti di 800 e tappeti di prima manifattura.
Roberto Intralazzi - 26-02-2019 | 23:54:13
Ammetto di essere partigiano I Sarouk Ferahan sono, dei Persiani, i miei tappeti preferiti, ma solo quando sono del livello di questo. Questo ha un carattere che lo eleva ad esempio di annodato, in altre epoche di mercato e senza le rimpelature e ricostruzioni onestamente menzionate potrebbe essere prezzato col triplo del dichiarato.
Max - 27-02-2016 | 12:01:29