Morandi Tappeti
Chiudi il menu
4
codice: 4147
tipologia: tappeti persiani
collezione: tappeti persiani antichi
provenienza: iran
dimensioni: 147 x 222 cm
caratteristiche: geometrico disegno minuto classico

€8.500 iva inclusa

Il tappeto si trova nel punto vendita di Castelvetro
Interessantissima iconografia che rivela l'origine caucasica di questa popolazione dell'Iran meridionale. Il tappeto del XIX secolo, finissimo nell'annodatura, e` tramato in lana ed e`` ottimamente conservato.
Il singolare motivo di lontana origine caucasica non è solamente una reminiscenza stilistica ma è profondamente legato alla cultura dell'annodatore; di ciò ne è testimonianza la stru...leggi tuttottura del tappeto con ordito e trama in lana. Anche oggi nel sud Iran si annodano tappeti dai motivi arcaici e sempre più le ricerche di iconografie originali proporranno i bei motivi di un tempo, ma in questo tappeto Qashqai di cent'anni fa il disegno è ancora frutto della tradizione tribale e scaturisce direttamente dai ricordi ancestrali dell'Ushta.
Approfondimenti »
categoria: tappeti persiani
Il tappeto persiano è il tappeto per antonomasia, il più conosciuto ed apprezzato tra tutti i tappeti annodati a mano.Classifichiamo i tappeti persiani in base all'epoca di annodatura: tappeti persiani antichi, vecchi, nuovi e moderni; generalmente prendono il nome dalla città od area di annodatura per cui possiamo dividerli per le zone di provenienza:[more] Azerbaijan iraniano: Tabriz, Heriz, Bakshaish, Karadjeh, Meshkin, Sarab, Ardebil.Iran Settentrionale: Teheran, Kelardasht, Semnam.Iran Occidentale: Saruk, Sultanabad, Lillian, Mahal, Mushkabad, Ferahan, Mishan, Josan, Serabend, Senneh, Bidjar, Bakhtiari, Malayer, Amadan. Questi sono ulteriormente divisi in: tappeti annodati sull'altopiano del Ferahan, tappeti Kurdi e di area kurda, tappeti di area Bakhtiari, tappeti di area HamadanIran Centrale: Kashan, Isfahan.Iran Meridionale: Kirman, Shiraz ed i tappeti annodati dalle popolazioni Kaskai, Afsciari, Kamseh.Iran Orientale e Khorassan: Meshed (Mashad), Dorosh, Birjand, MuskabadCi sono anche altri modi per classificare i tappeti persiani. In base alla popolazione che li annoda distinguiamo: i tappeti persiani curdi, quelli delle popolazioni seminomadi o ex nomadi come gli Afshari, i Khamseh, i Qashqai e i tappeti della grande famiglia Bakhtiari. Possiamo inoltre riconoscere la struttura del disegno del tappeto distinguendo: tappeti a preghiera, dove più o meno stilizzata è presente la Mihrab, tappeti ad albero della vita che rappresenta l'axis mundi, tappeti figurati, tappeti persiani a medaglione centrale o a disegno modulare infinito, i famosi tappeti persiani con il "disegno caccia" e i tappeti a disegno Moharramat.

collezione: tappeti persiani antichi
Definiamo antichi i tappeti annodati prima della guerra del 1915/18. Hanno le lane filate a mano tinte con colori vegetali, animali o minerali. In alcuni rari casi sono state usate, limitatamente ad alcuni colori, le prime tinte all'anilina. In questi pezzi risulta evidente il tentativo di impreziosire il tappeto con un colore di grande effetto; tengo a sottolineare che si tratta di rari casi, la normalità è che quando troviamo colori all'anilina sono pezzi più giovani che troviamo classificati nel gruppo dei tappeti persiani vecchi. I tappeti di Saruk, annodati con colori vegetali fino al 1930, vengono inseriti tra gli antichi.[more] In questa categoria sono compresi anche i tappeti persiani antichi di alto antiquariato, annodati nella seconda metà del XIX secolo fino al 1883, data dell'insediamento della ditta Zigler a Sultanabad. Questo è il periodo di rinascita del grande artigianato persiano caratterizzato da un'incredibile finezza dell'annodato, dall'utilizzo di lane pregiate, dal vello rasato a pochissimi millimetri dal nodo e da un'approfondito studio dei disegni. I capolavori del maestro Mothascem a Kashan, di Hajji Jalili a Tabriz, di Ahmad a Isfahan, e i Senneh sette colori, sono tra le più conosciute manifatture dell'epoca; non di minore importanza gli Heriz armeni noti come Serapi, i tappeti di Sultanabad (la moderna Arak) noti oggi con il nome di Saruk-Ferahan ed i Kirman annodati a Raver.

COMMENTI al tappeto QASHQAI

Scrivi il tuo commento »
A presto sul sito la leggenda del califfo Omar ed il tappeto a righe
Fabio Morandi - 27-04-2013 | 14:01:35
COMPLIMENTONI: strepitoso Qasqa'i dall'impianto iconografico rarissimo per questa classe di tappeti (dopo 35 anni di studi ed esperienze anche locali) non ne ho mai visto uno simile !!! Le strisce verticali di tutto il campo ricordano il cosidetto motivo "moharramat", tipico dei manufatti nomadi del Fars con questo impianto divenuto ormai introvabile (erano tappeti di ferro ma di grande fascino)....leggi tutto Ritengo corretto il riferimento a retaggi caucasici: i nomadi viaggiavano, osservavano e tentavano di copiare perchè venivano inevitabilmente "contaggiati" dalle meravigliose e fantastiche geometrie caucasiche. Peccato per il prezzo........
Pierluigi - 09-09-2012 | 19:05:26
Ringrazio il sig. Marcello per avermi segnalato l'errore. In effetti il tappeto costa Euro 8500 non 85000 provvedo immediatamente a correggere ed inoltre mi riprometto di commentare in modo piu` dettagliato questo antico tappeto del Fahrs iraniano tramato in lana in ottimo stato di conservazione.
Fabio Morandi - 19-08-2012 | 15:52:23
Certamente bello, ma il prezzo merita qualche spiegazione!
Marcello - 19-08-2012 | 10:49:37