Morandi Tappeti
Chiudi il menu
8
codice: 3479
tipologia: tappeti persiani
collezione: tappeti persiani antichi
provenienza: iran
dimensioni: 100 x 155 cm
caratteristiche: Con medaglione centrale Con abrash

€4.200 iva inclusa

Il tappeto si trova nel punto vendita di Crema
Caratteristiche di questo tappeto sono: La straordinaria morbidezza, il perfetto stato di conservazione del vello, lo spessore di tre millimetri che racchiude un' incredibile densità di nodi Ghiordes,e gli orditi completamente depressi. Per quanto riguarda la bellezza... ... giudicate voi.
Approfondimenti »
categoria: tappeti persiani
Il tappeto persiano è il tappeto per antonomasia, il più conosciuto ed apprezzato tra tutti i tappeti annodati a mano.Classifichiamo i tappeti persiani in base all'epoca di annodatura: tappeti persiani antichi, vecchi, nuovi e moderni; generalmente prendono il nome dalla città od area di annodatura per cui possiamo dividerli per le zone di provenienza:[more] Azerbaijan iraniano: Tabriz, Heriz, Bakshaish, Karadjeh, Meshkin, Sarab, Ardebil.Iran Settentrionale: Teheran, Kelardasht, Semnam.Iran Occidentale: Saruk, Sultanabad, Lillian, Mahal, Mushkabad, Ferahan, Mishan, Josan, Serabend, Senneh, Bidjar, Bakhtiari, Malayer, Amadan. Questi sono ulteriormente divisi in: tappeti annodati sull'altopiano del Ferahan, tappeti Kurdi e di area kurda, tappeti di area Bakhtiari, tappeti di area HamadanIran Centrale: Kashan, Isfahan.Iran Meridionale: Kirman, Shiraz ed i tappeti annodati dalle popolazioni Kaskai, Afsciari, Kamseh.Iran Orientale e Khorassan: Meshed (Mashad), Dorosh, Birjand, MuskabadCi sono anche altri modi per classificare i tappeti persiani. In base alla popolazione che li annoda distinguiamo: i tappeti persiani curdi, quelli delle popolazioni seminomadi o ex nomadi come gli Afshari, i Khamseh, i Qashqai e i tappeti della grande famiglia Bakhtiari. Possiamo inoltre riconoscere la struttura del disegno del tappeto distinguendo: tappeti a preghiera, dove più o meno stilizzata è presente la Mihrab, tappeti ad albero della vita che rappresenta l'axis mundi, tappeti figurati, tappeti persiani a medaglione centrale o a disegno modulare infinito, i famosi tappeti persiani con il "disegno caccia" e i tappeti a disegno Moharramat.

collezione: tappeti persiani antichi
Definiamo antichi i tappeti annodati prima della guerra del 1915/18. Hanno le lane filate a mano tinte con colori vegetali, animali o minerali. In alcuni rari casi sono state usate, limitatamente ad alcuni colori, le prime tinte all'anilina. In questi pezzi risulta evidente il tentativo di impreziosire il tappeto con un colore di grande effetto; tengo a sottolineare che si tratta di rari casi, la normalità è che quando troviamo colori all'anilina sono pezzi più giovani che troviamo classificati nel gruppo dei tappeti persiani vecchi. I tappeti di Saruk, annodati con colori vegetali fino al 1930, vengono inseriti tra gli antichi.[more] In questa categoria sono compresi anche i tappeti persiani antichi di alto antiquariato, annodati nella seconda metà del XIX secolo fino al 1883, data dell'insediamento della ditta Zigler a Sultanabad. Questo è il periodo di rinascita del grande artigianato persiano caratterizzato da un'incredibile finezza dell'annodato, dall'utilizzo di lane pregiate, dal vello rasato a pochissimi millimetri dal nodo e da un'approfondito studio dei disegni. I capolavori del maestro Mothascem a Kashan, di Hajji Jalili a Tabriz, di Ahmad a Isfahan, e i Senneh sette colori, sono tra le più conosciute manifatture dell'epoca; non di minore importanza gli Heriz armeni noti come Serapi, i tappeti di Sultanabad (la moderna Arak) noti oggi con il nome di Saruk-Ferahan ed i Kirman annodati a Raver.

COMMENTI al tappeto SAROUK FERAHAN

Scrivi il tuo commento »
Sembra realmente un motasham!!
Alessandro - 05-04-2012 | 01:12:55
Più lo guardo e più mi sbalordisce...l'ho messo come screen saver
Alessandro - 17-03-2012 | 00:16:07
Stupendo ma forse un pò caro per essere comunque uno zaronim
Alessandro - 15-02-2012 | 00:04:33
Egregio signor Morandi, la ringrazio per l'interessantissima precisazione. Questo dimostra come il tappeto sia sempre un qualcosa di "misterioso" pronto a riservare sorprese. Che a volte si usino tutti e due i tipi di nodo può certamente capitare. Io possiedo un Ferakan che ha nodi simmetrici per le bordure dei lati lunghi, e asimmetrici per il resto. Questo conferiva maggior resistenza ai punti ...leggi tuttopiù critici del tappeto.
Gino - 30-01-2012 | 11:46:57
Comprendendo le perplessità del sig. Gino per quanto riguarda il tipo di nodo; sono andato a rivedere il tappeto anche sotto lente di ingrandimento resa necessaria dall'estrema finezza dei nodi e mentre io controllavo un lato del tappeto, Ercan ne controllava un'altro; quando io dicevo Ghiordes Ercan sosteneva Senneh! solo dopo un'accuratissimo esame ci siamo resi conto che alcuni nodi erano rea...leggi tuttolizzati in tecnica Ghiordes, altri in tecnica Senneh. Responso finale è stato questo: La maggior parte dei nodi sono simmetrici ad eccezione di alcune zone nelle quali l'annodatore ha inspiegabilmente ritenuto di usare nodi Senneh.
Fabio Morandi - 29-01-2012 | 15:54:43
Una cosa non avevo notato: Ma siamo sicuri siano nodi Ghiordes (simmetrici)?
Gino - 29-01-2012 | 10:18:28
Guardando questo esemplare si comprende come lo schema compositivo dei Saruk fine ottocento sia stato condiviso con i coevi Kashan definiti “Motasham”. Infatti, il commerciante che diede nuova linfa alle manifatture di Kashan attorno al 1880 dopo un secolo di oblio, tale Hajji Mollah Hassan, aveva in moglie una brava annodatrice di Sultanabad e la manodopera di quell’area geografica era molt...leggi tuttoo meno costosa rispetto Kashan e Kirman. Per questo, molti ustad di quel distretto confluirono a Kashan portando con loro la tecnica ed i disegni che tradizionalmente usavano. Decori che furono rielaborati ed interpretati con maggior finezza, adattandoli agli standard kashani. Esemplare di grande fascino, con i decori floreali risolti in modo geometrico ed i cantonali autonomi rispetto al medaglione centrale, caratteristica peculiare dei Saruk Ferakan. Bella la complessa bordura “Samovari”.
Gino - 28-01-2012 | 14:42:40
commento: non si annoda piu' così....
alessandro - 12-08-2010 | 10:28:06