X

Lavare il Tappeto Senza Rovinarlo

lavare il tappeto
AUTORE:
DATA: 21 agosto, 2012
COMMENTI: 0

Come Lavare il Tappeto

Visto che voglio lavare il tappeto di casa tanto vale che faccia vedere a tutti come faccio.

Munirsi buona volontà e 15-20 minuti di tempo.

Assolutamente necessari sono il caldo estivo e le previsioni di buon tempo per i prossimi due giorni.

Qui un ulteriore guida sul lavaggio dei tappeti

Attenzione

Il tappeto deve avere colori che non stingono.

In genere stingono i colori all’anilina usati nelle tinture dei tappeti vecchi; in questo caso e` necessario procedere ad un pre-trattamento da effettuarsi sulle tinte sospette una volta individuati i colori a rischio.

Inviandomi una foto del tappeto posso segnalarvi se vi sono colori che potrebbero stingere.

In questo caso consiglio di pennellare l’acido acetico (meglio ancora aceto di vino bianco) solo su questi colori; in alternativa (se siete lontani dai negozi Morandi ) consiglio di portare il tappeto presso una lavanderia di assoluta fiducia facendo presente il problema dei colori ed assicurando il tappeto contro eventuali danni derivanti dal lavaggio.

Lavaggio di un Tappeto di Qualità

Munirsi di vestiti eleganti come quelli indossati da Morandi nel video:

Avere a disposizione tempo e pazienza.

Come vedi questo è il materiale necessario:

prodotti necessari per lavare un tappeto

Atrezzi

  1. Cortiletto in leggera discesa possibilmente in cemento o balcone o terrazzo.
  2. Acqua corrente abbondante.
  3. Una scopa, uno spazzettone, una vanga, o pala o strumento che faccia la medesima funzione, uno smacchiatore al sapone di Marsiglia, un detersivo per i piatti,(pochissimo) un po’ di shampoo (anche in questo caso meglio non esagerare con le quantità).

I perfezionisti possono ripetere l’ultima fase usando un po’ di ammorbidente.

 

Le Varie Fasi

Pulizia preliminare dello spazio dove porre il tappeto:

pulire il cortile

Posizionare il tappeto:

 

Stendere il Tappeto dal Lato Corretto

Giusta direzione del vello del tappeto:

Il vello del tappeto deve scivolare verso la discesa in modo da favorire il deflusso delle acque. Bagnare il tappeto completamente:

Lavare il tappeto

Bagnare il tappeto fino a quando sarà completamente intriso di acqua, poche gocce di detersivo per i piatti:

prima sgrassatura con il detersivo per i piatti

Primo lavaggio sgrassatura con il detersivo per i piatti:

Lavaggio del tappeto

Lavaggio energico e risciacquo con tanta acqua:

Risciacquo

Togliere l’acqua schiacciando il tappeto:

Questa operazione essenziale permette di togliere quasi completamente l’acqua dal tappeto ed al contempo di pettinare il vello nella giusta direzione.

Ora le stesse operazioni vanno ripetute usando però lo shampoo per capelli.

Quindi bagnare nuovamente il tappeto, poche gocce di shampoo e una energica passata con lo spazzolone; un risciacquo abbondante e la passata finale con uno strumento come la vanga che consenta di togliere tutta l’acqua che a questo punto uscirà completamente pulita dal tappeto.

preparativi per asciugare il tappeto

Preparativi per asciugare il tappeto:

tenere sollevato il tappeto da terra

Tenere sollevato il tappeto da terra:

L'aria passando anche sotto il tappeto consente una perfetta ascigatura.

L’aria passando anche sotto il tappeto consente una perfetta asciugatura.

Sembra molto difficile ma così non è bastano 15/20 minuti.

Il video è girato in tempo reale le operazioni descritte sono quelle effettuate.

Ci tengo a precisare che ho lavato il tappeto perché sono in ferie, ho il tempo e mi piace vedere il risultato del lavoro fatto.

Tutti i tappeti venduti nei negozi sono lavati a mano nei paesi di origine e nuovamente lavati in Italia.

Ecco il video del lavaggio:

CONDIVIDI

Lascia un commento