X

I Meravigliosi Tappeti Peshawar: Lavorazione Tradizionale, Design in Rinnovamento

Tappeto-Peshawar
AUTORE:
DATA: 11 novembre, 2016
COMMENTI: 2

I tappeti Peshawar sono tra i più belli e pregiati tappeti classici. Le ragioni del loro successo non si trovano solo nella scelta delle lane, nell’accurata e fine annodatura, ma anche nella rielaborazione e reinterpretazione di antichi motivi in chiave attuale.

 

Peshawar: le Origini

I tappeti della collezione Peshawar provengono dall’omonima città nel nord del Pakistan, dove c’è una grande produzione di tappeti di nuova manifattura.

Questa particolare regione dell’Asia Centrale è una delle più instabili: basti vedere per esempio la regione contesa tra India, Pakistan e China (rispettivamente denominata Kashmir, Daria, Xinjian meridionale dai tre diversi governi). Per questo i tappeti prodotti in questa regione spesso portano nomi differenti che possono derivare sia dal luogo di provenienza o seguire altri schemi (ed essere quindi denominati in base ai disegni o al metodo di lavorazione) e creare a volte confusione.

Ma ricordiamo che non è il nome a dettare la qualità di un tappeto, bensì il tappeto stesso grazie alla maestria di chi lo ha annodato e alle tecniche tradizionali utilizzate. Nello store Morandi troverete quindi solo tappeti di alta qualità, tutti accompagnati da certificato di garanzia e autenticità che ne dimostra e garantisce le effettive qualità tecniche ed estetiche.

 

Come Riconoscere un Tappeto Peshawar

Peshawar Floreale

Meraviglioso esemplare di tappeto della collezione Peshawar dai caldi colori del rosso e dai minuziosi motivi floreali, che ne esaltano la perfezione tecnica e l’accurata ricerca cromatica. In seguito un dettaglio di quest’opera.

Peshawar Dettaglio

 

Elenchiamo le caratteristiche tecniche uniche ed inimitabili dei tappeti Peshawar che potete trovare anche nel certificato di autenticità di ogni manifattura presente nello store moranditappeti.

 

  • I tappeti Peshawar hanno l’annodatura 20/20 (il che significa 20 nodi in orizzontale e 20 in verticale nello spazio di un inch quadrato; questa è la massima concentrazione di nodi Ghiordes possibile oggi, si tratta della stessa finezza dei famosissimi tappeti annodati a Tabriz dal Maestro Hajji Jalili).
  • Sono realizzati con lane pregiate filate a mano.
  • Le lane non vengono sbiancate e, laddove colorate, lo sono con sostanze vegetali.
  • Ordito è in fili di sottile cotone ritorto.
  • I tappeti della collezione Peshawar sono caratterizzati da trame alternativamente tese e lasche passate più volte ogni fila di nodi.
  • Presentano infine motivi classici e tradizionali indiani e persiani rivisitati in chiave attuale.I motivi piccoli si sviluppano nel grande e viceversa.

 

I veri tappeti della collezione Peshawar di Moranditappeti escono da una piccola manifattura in grado di annodare solo un numero limitato di esemplari: vengono realizzati dai migliori Ustha, (titolo onorifico che potrebbe corrispondere al nostro maestro) è garantito e certificato che non viene usata manodopera infantile.

Sono senza ombra di dubbio i migliori tappeti del Pakistan: di rara e fine manifattura, dalla impareggiabile bellezza, prodotti di alta qualità e dal fascino unico.

Classico Peshawar Floreale

Con il tappeto Peshawar, potete ammirare un ulteriore esempio di manifattura pregiata, dalla finissima annodatura, e, come da tradizione, realizzato con lane di alta qualità tinte con coloranti vegetali, caratterizzato da motivi floreali antichi reinterpretati in un’ottica attuale. Una dimostrazione dell’eccezionale capacità tecnica e dello spiccato gusto estetico dei maestri Ustha pakistani.

 

Un tappeto della collezione Peshawar è in grado di far esaltare l’armonia e la bellezza di un ambiente interno: fatevi consigliare da un esperto su come valorizzare l’atmosfera e l’ambiente di casa con un’opera cosi pregiata.

CONDIVIDI
2 Commenti
  • EleonoraF ha detto:

    Molto belli questi tappeti! Mi scusi ma come si riconosce la differenza tra un tappeto peshawar e un tappeto persiano?

    • admin ha detto:

      Sig.ra Eleonora,
      Bellissima domanda!
      Vedo di sintetizzare una risposta senza essere troppo prolisso.
      Innanzitutto non è possibile distinguerli dalla annodatura, Il nodo del Peshawar è esattamente uguale a quello dei tappeti Tabriz del maestro Hajji Jalili, come loro ha una densità di 20/20 nodi ogni sq-inch.
      I tappeti Peshawar hanno lane e filate a mano tinte con i colori vegetali come i tappeti antichi persiani ma usano colori molto più tenui e, ovviamente non si vedono i segni del tempo, sono nuovi!
      I disegni sono quelli tradizionali ma giocati in modo decisamente contemporaneo, ove un tempo erano motivi minuti ora sono realizzati in modo decorativo, oppure i grandi temi classici dei tappeti persiani oggi sono riportati solamente come piccole decorazioni. L’impianto dei tappeti Peshawar è sempre di grande impatto, ma essendo progettato oggi, esprime la freschezza e la leggerezza tipica della nostra epoca.
      Fabio Morandi

Lascia un commento