Morandi Tappeti
Chiudi il menu
1
I tappeti di Jan Kath possiedono tutte le caratteristiche dei pregiati tappeti tibetani: finissima annodatura a mano, utilizzo delle lane degli yak e delle plateau sheep che vivono sugli altopiani del Tibet a 3.000 metri di quota. Densità di 100 o 150 nodi per inch quadrato e l’inconfondibile estro di Jan. L’artista ad ogni tappeto ha dato un nome.
Maggiori Informazioni e opere

codice: 6415
tipologia: Tappeti di Design e Tappeti d'Arte
collezione: Jan Kath Design
provenienza: nepal
dimensioni: 251 x 303 cm
caratteristiche: A disegno moderno

€17.500 iva inclusa

Il tappeto si trova nella galleria di Pietrasanta

Infinite distese di galassie distanti, e una bellezza che l'umanità non potrebbe mai creare. La foto è scattata dal telescopio spaziale Hubble,il primo che ci ha dato un assaggio del finora solo immaginato splendore dello spazio variopinto...leggi tutto e incantevole. IN SPACECRAFTED, questa immagine è artisticamente adeguata allo stile della realtà fotografica
 
Jan Kath 
 
 
Approfondimenti »
categoria: Tappeti di Design e Tappeti d'Arte
I Tappeti di design, tappeti d'arte, sono manufatti moderni creati da artisti, architetti e designer italiani, sono frutto di un progetto finalizzato alla creazione di “opere d'arte tappeto annodato” e tappeto di design. Partendo dall'opera primaria realizzata ad olio su tela, in tecnica mista o altro, Artetotale Morandi realizza tappeti con le più antiche tecniche dell'annodatura manuale. La trama e l'ordito sono in cotone, il nodo persiano, il vello in lana e seta.

collezione: Jan Kath Design
Bochum Germany I tappeti di Jan Kath possiedono tutte le caratteristiche dei pregiati tappeti tibetani: finissima annodatura a mano, utilizzo delle lane degli yak e delle plateau sheep che vivono sugli altopiani del Tibet a 3.000 metri di quota. Densità di 100 o 150 nodi per inch quadrato e l’inconfondibile estro di Jan. L’artista ad ogni tappeto ha dato un nome.

COMMENTI al tappeto SPACE 12 JAN KATH

Scrivi il tuo commento »
Vero! la cifra è importante, ma ogni volta che si guarda questo manufatto, si viaggia letteralmente per miliardi di anni luce e quando penso a queste distanze, mi rendo sempre più conto di quanto sia grande, ma allo stesso tempo stupido ed arrogante l’essere umano. “Così tra questa Immensità s annega il pensier mio: E il naufragar m è dolce in questo mare.”
Filippo - 03-08-2019 | 09:13:36