Morandi Tappeti
Chiudi il menu
8
codice: 4628
tipologia: tappeti caucasici
collezione: Tappeti caucasici antichi : Shirvan
provenienza: caucaso
dimensioni: 131 x 175 cm
caratteristiche: geometrico

€7.000 iva inclusa

Il tappeto si trova nel punto vendita di Castelvetro
Raro Prepedil a fondo bianco dalla classica struttura compositiva con motivi Wurma e tipici uccelli Prepedil. La bella bordura pseudocufica è contornata da cinque cornici finemente ornate delle quali la più esterna a motivo Medacil. Guardate l' immagine! Aldilà dell' importante e classica iconografia la bellezza del tappeto risiede nel' estrema proporzione dei disegni e nel' equilibrio cromati...leggi tuttoco.
Il tappeto non è disponibile per l'acquisto o la prova.

Guarda altri tappeti dello stesso tipo
Approfondimenti »
categoria: tappeti caucasici
Annodati prima della grande guerra del 15/18 su ordito in lana e telaio orizzontale da popolazioni nomadi, sono i tappeti più apprezzati dai collezionisti per la grande forza espressiva del disegno geometrico.

collezione: Tappeti caucasici antichi : Shirvan
Caucaso centro orientale I tappeti di quest’area vengono spesso riuniti sotto il nome di Shirvan, famosi per la finezza dell’annodatura Ghiordes e per il vello rasato a pochi millimetri dal nodo, hanno iconografie strettamente legate al villaggio o città di annodatura. Tappeti Ghendjeh, Talish, Lenkoran, Mogan, Ciajli, Akstafa, Shirwan, Marasali, Bidjof, Surahani, Tachte, Kila, Baku, Kuba, Karagashli, Konakhend, Ci Ci , Prepedil, Seikhur, Zejwa, Daghestan, Derbend, Lesghi.

Gallery

fotogallery PREPEDIL
fotogallery PREPEDIL
fotogallery PREPEDIL
fotogallery PREPEDIL
fotogallery PREPEDIL

COMMENTI al tappeto PREPEDIL

Scrivi il tuo commento »
Un manufatto di questa bellezza e rarità (campo bianco) non merita "puntualizzazioni" bensì più attente precisazioni riguardo ad una specifica iconografia. Ma ognuno è libero di interpretare a suo piacimento anche la fantasia delle antiche annodatrici caucasiche. Nulla di più.
Pierluigi - 03-04-2012 | 11:47:41
perdonatemi ma non comprendo il significato di queste puntualizzazioni non influenti sulla stupenda manifattura in oggetto.
Alessandro - 19-02-2012 | 22:30:04
Si. Pierluigi,
Sinceramente non capisco la sua insistenza, una volta che ho specificato che cosa intendo con il termine cufico e con il termine pseudocufico, ritengo di avere assolto il mio compito. Conoscendomi dovrebbe sapere che bado all'essenza delle cose e che, chiarito il concetto, ritengoo gnuno libero di esprimerlo come meglio crede.
Ad esempio potrei liberamente dire:" bella bor...leggi tuttodura cufica dalla vicinanza grafica ai caratteri cufici" oppure" bella bordura pseudocufica che ricorda i caratteri cufici".
Fabio Morandi - 20-01-2012 | 11:26:45
Insisto sulla BORDURA CUFICA e non pseudocufica. Cito testualmente Doris Eder, pag. 642: "questa bordura prende il nome dalla sua somiglianza con i caratteri cufici dell'alfabeto islamico. Però è probabile che nasconda in sé vortici di quattro uccelli". Il disegno della bordura di questo tappeto è identico a quello raffigurato in alto a dx alla citata pag. 642 di quel libro.
Pierluigi - 19-01-2012 | 11:53:09
Questo tipo di bordura prende il nome di cufica o pseudo cufica a seconda del testo. A mio parere, è assai più corretto anteporre il "pseudo" in quanto si tratta sempre e comunque di stilizzazioni più o meno accentuate (o, in alcuni casi, derive di naturalismo floreale: negli Ushak a medaglione di epoca aulica (1460-1550)) della scrittura da cui prende il nome
Nicola - 07-01-2012 | 19:40:15
Definisco cufiche le bordure che riportano scritte con caratteri leggibili mentre chiamo pseudocufiche le bordure che ricordano i caratteri cufici senza esplicitarli.
Fabio Morandi - 05-01-2012 | 16:44:04
Splendido. La bordura è cufica e non pseudo cufica.
Pierluigi - 05-01-2012 | 15:11:33
incantato....!!!!
cesare cervelli - 06-11-2011 | 09:30:11